colonialismi · razzismo · relazioni · sessismo · stereotipi

La Bella, la Bestia e l’Umano. Sessismo e razzismo senza escludere lo specismo

1451-0 La bella la bestia-CRS-razzismo_cop:cop CRS

Il 90% delle ricchezze mondiali è in mano agli uomini, mentre oltre il 50% del lavoro è svolto dalle donne..questo è solo un esempio di quanto possiamo trovare nelle ricchissime 193 pagine di La Bella, la Bestia e l’Umano.

Citazioni, definizioni base e riflessioni, per fornire una panoramica e mettere ordine su intrecci, analogie e differenze, tra sistemi di dominio in un mondo fatto a misura di  dominante umano – maschio – bianco.

Per Rivera il razzismo è

Un sistema di idee, discorsi, simboli, comportamenti, atti e pratiche sociali che, attribuendo a gruppi umani e agli individui che ne fanno parte differenze naturali, quasi-naturali o comunque essenziali, generalizzate, definitive, giustifica, legittima, persegue e-o realizza ai loro danni comportamenti, norme e prassi di svalorizzazione, stigmatizzazione, discriminazione, inferiorizzazione, subordinazione, segregazione, esclusione, persecuzione o sterminio.

E il sessismo

designa l’insieme di idee, credenze e convinzioni, stereotipi e pregiudizi, norme giuridiche e pratiche sociali, comportamenti individuali e collettivi, che concorrono a perpetuare e legittimare la gerarchia e la diseguaglianza tra i sessi.

E che dire della credenza antisemita secondo la quale gli ebrei maschi avevano le mestruazioni? Il ciclo mestruale, ossessione maschile, viene percepito come elemento animale, de umanizzante. Di qui il sessismo, con un’operazione tutta culturale analoga, slitta sul piano del razzismo antisemita.

Spesso le cause vengono cavalcate per divenire strumentali ad altro. Così come è stato per il modo di affrontare le MGF (modificazioni/mutilazioni genitali femminili), del quale Rivera ci offre un bello spaccato, sottolineando come le società siano inclini a vedere nelle modificazioni praticate da altri delle mutilazioni, mentre percepiscono le proprie come miglioramenti.

Ma quel che ho apprezzato veramente è la cura bibliografica: miracolo dei miracoli in questo testo vengono citate più antropologhe!

L’autrice – Annamaria Rivera – mi è nota dai tempi della mia tesi di laurea, attualmente insegna Etnologia e Antropologia sociale nell’Università di Bari. Questa pubblicazione fa parte della  collana “sessismo e razzismo”, curata da Lea Melandri, Isabella Peretti, Ambra Pirri e Stefania Vulterini.

Annunci

One thought on “La Bella, la Bestia e l’Umano. Sessismo e razzismo senza escludere lo specismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...