cultura · sessismo · violenza · Violenza simbolica e discriminazione

Il femminicidio di Giulia Galiotto : perchè non è stata riconosciuta la premeditazione?

A proposito di violenza e giustizia..

Ex UAGDC

Un uomo uccide sua moglie o meglio la attira nel garage dei suoi genitori fingendo di voler parlare con lei circa il loro matrimonio in crisi, lei carica di speranze raggiunge il marito ma qualcosa cambia perchè il  vero intento dell’uomo era un altro: la  ammazza massacrandola con diversi colpi di pietra alla testa,  trascina il suo corpo in macchina e lo getta in un fiume.

Per niente pentito di aver appena massacrato la persona che diceva di amare, lo stesso uomo recupera un vecchio biglietto di Giulia (di quando ancora erano fidanzati che recitava più o meno “Non sono stata sincera non ho alcun motivo di esistere” , qui potete trovare la puntata di “Amore Criminale” che narra la vicenda) e lo fa ritrovare per far credere alla veridicità del suicidio da lui inscenato.

Era l’11 febbraio 2009, così finiva la vita di Giulia Galiotto, una splendida ragazza di…

View original post 585 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...