antropologia · corpi · diario

La santona mummificata.

La santona mummificata.

Succede a Borgo San Dalmazzo. Pare che la morte di una donna sveli quella di un altra, avvenuta prima: una donna mummificata e in posa benedicente..Nessun cattivo odore, solo essenze, olii e canfora. La mano sinistra sulle ginocchia e la destra ferma nell’atto di benedire. Pare che i nipoti credessero che nonna Graziella, che “aveva le mani calde” e prediva il futuro, fosse partita per un viaggio. Pare anche che la guaritrice defunta lo sia almeno da mesi, ma i risultati delle analisi diranno di più. Sulla stampa del 30 ottobre si legge verranno coinvolti antropologi e paleontologi, anche se sospetto intendano antropologi fisici. Spero invece si indaghi culturalmente la vicenda. La prima cosa che mi viene da pensare ad esempio è che la mummificazione è associata alla pranoterapia quando si intende dimostrare il potere delle mani calde (si dice che facciano mummificare la carne). Sappiamo che qualcuno si prendeva cura di quel corpo per mantenerlo così e pare che la defunta non percepisse sussidi, il che esclude l’ipotesi della frode per continuare a riscuoterli..

Annunci

2 thoughts on “La santona mummificata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...