femicidi · sessismo · stereotipi · violenza · Violenza simbolica e discriminazione

Marchiate di fragilità. La nuova frontiera del sessismo in salsa antiviolenza!

Al di là del Buco

fragileCampagne antiviolenza buone per rappresentarci come creature bisognose di protezione, così da sollecitare paternalismi e patriarcato “buono” che ritenendoci “fragili” e dunque soggetti deboli potranno esigere di controllarci, sostituirsi alla nostra voce e alle nostre scelte, e potranno essere legittimati a non rispettare la nostra autodeterminazione.

Sono davvero stanca di vedere lividi, crocifissi, la riproduzione di un immaginario che rende le donne mistiche, angeliche, intoccabili, asessuate. Non siamo bambine. Non siamo fragili. Non siamo “deboli”. Questo è quello che piace pensare a chi sul nostro corpo vuole costruire retoriche moraliste, securitarie e repressive.

Se vuoi costruire una cultura del rispetto per ogni persona di questo mondo bisogna smettere di rappresentarci come martiri. Siamo persone, come tutti, e i miei diritti possono essere violati a prescindere dal fatto che io sia la Madonna o una semplice creatura umana, imperfetta, che non ha alcuna dimensione di santità.

View original post 418 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...