antropologia · cultura · diario · emozioni · visioni

Felice Sabbat Ostara

Felice Sabbat Ostara

Eccoci a Pasqua. Sono note le origini precristiane di questa celebrazione, il suo legame con il risveglio primaverile, e con una ritualità volta a ottenere fertilità della terra.
Eostre – Ostara è quella stessa divinità che si riteneva volare sui campi per renderli fertili. Volava su una scopa. La ritroviamo nella storia della stregoneria, dapprima riconosciuta come culto antico, salvo poi sparire dalla memoria come tale e diventare segno di pericolosa attività stregonesca (il Sabbat delle streghe)
Il coniglio e l’uovo, tipici simboli scippati dal cristianesimo, le appartengono quali icone di grande fertilità. Pare anzi che un coniglio volesse talmente guadagnarsi i favori della Dea, da lasciarle in omaggio uova decorate. L’idea fu tanto gradita che Eostre chiese di diffondere l’uso di uova decorate in occasione dell’equinozio..

Periodo di “pulizie Pasquali”, questo. Un bel trucchetto per mettere fumo negli occhi, trasformando un’occasione di rivoluzione in una rassicurante consuetudine da casalinghe.
Riuscire a cogliere e realizzare l’aspetto esistenziale di queste “pulizie” non è facile, né immediato, ma possibile.
Felice Sabbat Ostara a tutte le streghe e gli streghi capaci di farlo. E auguri di pronta liberazione ai prigionieri e alle prigioniere della consuetudine..

Annunci

3 thoughts on “Felice Sabbat Ostara

  1. Ottimo spunto… tuttavia di recente mi hanno regalato un libro intero dedicato allo Zen e alle Pulizie sostenendo che solo attraverso la puliza e l’ordine si può giungere all’illuminazione….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...