genere · relazioni · violenza

Delle lacrime e del coraggio

macho

Si è ucciso gettandosi sotto un treno l’uomo che ha tentato di uccidere l’ex moglie a Collegno.
Ha tentato di ucciderla sotto gli occhi dei figli e poi si è suicidato.
Non è una novità. Così come non lo è la frase “non accettava la separazione”.
“Non accettava la separazione”. Quindi ha scelto la violenza. Contro la ex, contro i figli che hanno assistito. E contro se stesso. Secondo l’OMS la violenza autoindotta è la prima causa di morte violenta e ad agirla sono soprattutto gli uomini. Un motivo in più per mettere in gioco nuovi modelli di mascolinità. Meglio sarebbe insegnare agli uomini che piangere e andare oltre rende più forti..

Annunci

3 thoughts on “Delle lacrime e del coraggio

  1. non è detto che questo uomo non abbia pianto: i nuovi modelli di mascolinità ci sono ma la questione delle lacrime non c’entra: certo che un uomo può piangere (poco o tanto) ma la sensibilità di una persona non dipende dalla frequenza dei pianti, si può essere sensibili e non piangere facilmente: sensibili sì, piagnucoloni e vittimisti no

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...