corpi · diario · femicidi · identità · sessismo · Violenza simbolica e discriminazione

L’Italia più bella

“Solo odiando qualcuno si può biasimarlo perché ha subito violenza”.

La citazione è di Maria Giuseppina Di Rienzo (adoro la sua lista minima dei vostri privilegi).

 Il disprezzo per la donna “intera” che risulta dal renderla perennemente un oggetto sessuale smembrato non è ancora, necessariamente, odio militante – ma ci va assai vicino. Il passo successivo è così facile e breve che molti uomini non si rendono neppure conto di averlo compiuto. Ma c’è un modo semplicissimo per saperlo: possono osservare in modo critico come rispondono alla violenza sulle donne.

Proprio a questo pensavo quando mi è capitato di inciampare nell’odioso spot televisivo di Miss Italia. Pezzi di donna: gambe, bocche, decolté, particolari. Vietata la donna intera, fatta eccezione per la spietata conduttrice. A lei la parola, per la mazzata finale: l’.‘Italia più bella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...