antropologia · cultura · diario · Formazione · genere · Violenza simbolica e discriminazione

Se la principessa salva il principe è trauma infantile?

images

Il caso.

La Regione Toscana finanzia un progetto nelle scuole, uno di quei percorsi educativi indicati come azioni di contrasto e prevenzione della violenza di genere da CEDAW, dalla ratificata Convenzione di Istanbul, dal Rapporto mondiale OMS sulla violenza, e chissà in quanti altri protocolli e leggi di ratifica nazionali ed internazionali. In una scuola di Massa Carrara questo progetto diventa occasione di furiose polemiche. La lettura di una favola nella quale a salvare il principe dal drago è una principessa spaventa i genitori, che ritirano la figlia e la iscrivono a una scuola privata cattolica. 

Ricapitolando: educare contro la violenza sulle donne viene considerato traumatico verso una bambina.

La famigerata Ideologia Gender è diventata spauracchio e bandiera, oggetto di un fanatismo molto comodo ai fini propagandistici, ma del quale temo che gli ignari promotori non colgano la portata. L’etichetta “ideologia gender” è stata impunemente appiccicata a ogni discorso su sesso e genere.

La battaglia, come spesso accade, è altrove. In gioco l’eterna lotta tra Chiesa e Cultura e il moto perpetuo tra Stato e Chiesa con relativi ammiccamenti tra poteri.

Il nocciolo duro è quell’oscillazione tra Natura e Cultura ben nota all’antropologia. Cosa è innato e cosa invece è indotto dalla cultura, dal gruppo sociale, dal contesto storico, e via dicendo?

La convinzione che gli esseri umani siano fatti solo di natura è smentita da quel che sappiamo sugli animali umani, gli unici animali culturalmente determinati. Gli unici che si vestono, cucinano, condividono istruzioni per l’uso del mondo e se le scambiano. Solo grazie a questo possono vivere dappertutto sulla terra. Nessun altro animale può farlo. Nessun altro animale ha lo stesso apparato biologico da decine di migliaia di anni.

La nostra evoluzione è culturale invece che biologica.

Iniziare sin da piccoli alla riflessione circa la cultura e le sue implicazioni sull’individuo è fornire istruzioni per l’uso di un mondo culturale sempre più complicato.

Accuso apertamente i media di istigare a questa pericolosissima confusione e il mondo accademico di  colposo silenzio verso le castronerie che stanno dilagando. Capisco bene come venga da ignorarle, ma stanno dilagando. Sono diventate parte del discorso pubblico e stanno generando i loro piccoli mostri.

Per approfondire la conoscenza dei mostri leggi qui

Annunci

3 thoughts on “Se la principessa salva il principe è trauma infantile?

  1. diciamo che gli esseri umani sono biologici e culturali. la cultura con tutti i suoi cambiamenti nello spazio e nel tempo fa parte della natura degli esseri umani, uomini e donne.
    sul punto in questione: i genitori anti-gender sono paranoici non c’è altro da dire

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...