antropologia · cultura · genere · genitorialità · stereotipi · tra il dire e il fare

Famiglie, culture, generi

Il tema della famiglia e dei ruoli di genere è improvvisamente balzato alla ribalta seguendo una tecnica sempre più sfruttata, ovvero quello della saturazione: parlare solo di un argomento, attraverso luoghi comuni e senza serietà, in maniera da creare rifiuto e poter accantonare.

Spesso è più facile individuare e riconoscere le pecche altrui, dunque credo possa aiutarci a capire un illustre esempio lontano.

Tutti ricordiamo quel che successe in Australia con una intera generazione di figli meticci strappati alle loro madri aborigene, ritenute inadeguate a educare. Minori sequestrati dalle famiglie (matrifocali) e affidati per lo più a gesuiti, per diventare adulti abusati da benestanti bianchi. Da questa vicenda storica, solo recentemente ammessa, hanno tratto il bellissimo film Generazione rubata

Quello che non tutti sanno o ammettono è che qualcosa di simile può accadere oggi in Italia.

I professionisti, psicologi, psichiatri, neuropsichiatri infantili, che operano come CTU nei Tribunali ordinari vengono spesso chiamati a valutare le competenze genitoriali delle parti in causa per l’affidamento della prole minore, soprattutto nelle cause di separazione e divorzio.

I criteri per la valutazione psicosociale della capacità genitoriale riguardano parametri individuali e relazionali relativi ai concetti di parenting e di funzione genitoriale, trattati ampiamente nella letteratura italiana e internazionale, che comprendono lo studio delle abilità cognitive, emotive e relazionali del ruolo e delle funzioni genitoriali, e sono culturalmente determinati.

Nozioni come quella di famiglia, discendenza, vita.. non sono uniche, ma culturalmente determinate, dunque perché non coinvolgere l’antropologia? Le risposte dell’antropologia non sono funzionali alle ideologie. Francoise Heritier raccontava come il governo francese fosse rimasto parecchio deluso dal suo parere sulla inseminazione artificiale. Come antropologa la studiosa aveva ricordato che non c’era niente di sconvolgente per l’umanità, dato che non è certo una novità culturale un padre sociale altro rispetto a quello biologico.

Gli antropologi, dicevo, sono illustri assenti nelle valutazioni di questo tipo.  In soldoni questo significa che una madre che non risponde a criteri non esplicitati, che possono essere veri e propri habitus nella mente del giudicante, è una madre inadeguata. I ruoli genitoriali – ad esempio- rischiano di risentire delle discriminazioni di genere che investono la madre di responsabilità ben più rilevanti rispetto a quelle di un padre.

Eppure il modello di famiglia impropriamente definita “naturale” è sempre più lontano dalla realtà e sembra sopravvivere solo nel mondo della pubblicità…

 

 

Annunci

Una risposta a "Famiglie, culture, generi"

  1. Ciao, ti poni questa domanda preceduta da una giusta affermazione (cito): Nozioni come quella di famiglia, discendenza, vita.. non sono uniche, ma culturalmente determinate, dunque perché non coinvolgere l’antropologia?

    Concordo. Sto leggendo singoli post che hai scritto nel tuo blog, al momento ne avrò letti una decina, posto qui un commento perché è accaduta una cosa che a me non stupisce ma che potrebbe stupire, ad un certo punto della lettura di un altro tuo post (quello dal titolo il mestiere più antico del mondo sul quale pensavo una cosa che scrivo sovente nel mio di blog, ovvero che la prostituzione nasce con il patriarcato) mi è sorta la domanda che hai posto in questo tuo intervento e mi sono chiesta se te la fossi posta anche te, poi l’ho trovata.

    Continuerò a leggerti perché tra le tue pagine ho trovato molti spunti interessanti.
    Buona giornata.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...